Hotel Touring

Banner

Ferrara24ore.it

Banner

GRUPPO SEFIM

Banner
Il Cavalierato
elmospada.jpg

L’Ordine dei Cavalieri dell’Aquila Bianca (Cavalierato) , liberamente costituito ed approvato dall’Assemblea , si pone i seguenti scopi:

1. Vigilare sull’andamento della Contrada , affinché venga preservato quello "spirito" che da sempre la contraddistingue.

2. Farsi promotore di iniziative volte a trasmettere , in particolare alle giovani generazioni , i valori più veri e solidi della nostra Contrada quali la fedeltà ai nostri colori , il rispetto nei confronti dei Contradaioli più anziani e lo spirito di solidarietà tra tutti gli appartenenti al Borgo.

3. Custodire ed arricchire l’archivio della Contrada , che ne rappresenta la memoria storica , attraverso la raccolta di materiale scritto , fotografico e video.

4. Funge da organo di garanzia statutaria e può segnalare al Maestrato eventuali comportamenti o atteggiamenti non coerenti con lo spirito ed i valori della Contrada o in contrasto con i principi ed i dettami dello Statuto.

5. Esaminare la presenza di candidature al ruolo di Presidente e Massaro con il compito, dopo una attenta e scrupolosa valutazione, di individuare due nominativi da sottoporre all’Assemblea per la loro libera elezione in aggiunta ad eventuali altri candidati iscritti a norma dello Statuto ed in attuazione dell’art. 1.4 del Regolamento Organico.

6. Il Cavalierato, qualora dovesse verificarsi un improvviso vuoto di gestione, si dovrà adoperare per il ripristino del regolare funzionamento della Contrada a termine di Statuto e di Regolamento Organico.

Hanno titolo per entrare a far parte del Cavalierato i contradaioli che abbiano ricoperto il ruolo di dirigente per almeno 3 mandati ( anche non consecutivi ), abbiano compiuto il 45° anno di età e maturato almeno 20 anni continuativi di iscrizione alla Contrada.

La nomina al ruolo di Cavaliere non è automatica ma avviene per delibera del Cavalierato con maggioranza dei 4/5, dopo attenta ed approfondita valutazione del candidato, la cui vita contradaiola deve essere stata contraddistinta da un forte impegno nello svolgimento delle attività della Contrada.

Fanno parte di diritto del Cavalierato, indipendentemente dall’anzianità contradaiola ed anagrafica, tutti coloro che hanno ricoperto il ruolo di Presidente e Massaro purchè abbiano mantenuto in via continuativa il tesseramento alla Contrada.

E’ fatto obbligo ad ogni Cavaliere il tesseramento alla Contrada pena la decadenza dal ruolo.

Operatività del Cavalierato :

Il Cavalierato è coordinato dal Cavaliere Reggente che verrà eletto ogni due anni successivamente alla elezione degli organi statutari della Contrada (sfalsato di un anno rispetto al Maestrato); il Reggente di prima nomina rimarrà in carica tre anni.

Non è possibile ricoprire il ruolo di Reggente per due mandati consecutivi.

In caso di decadenza del Reggente egli verrà sostituito dal primo non eletto che rimarrà in carica fino alla fine del mandato.

Tutti i Cavalieri sono candidati al ruolo di Reggente che sarà nominato dopo due elezioni a scrutinio segreto delle quali la prima per individuare i primi due candidati che andranno al ballottaggio nella seconda.

I Cavalieri che ricoprono incarichi dirigenziali (Maestrato) non possono partecipare ai lavori del Cavalierato.

Il Reggente proporrà annualmente al Cavalierato, su elenco certificato dal Maestrato , i nominativi che in base all’Albo dei Contradaioli raggiungeranno nel corso dell’anno i requisiti per la nomina a Cavaliere.

L’investitura a Cavaliere avverrà pubblicamente per mano del Reggente in occasione della Cena dei Cavalieri organizzata appositamente nel mese di novembre così da dare il massimo risalto all’avvenimento.

I cavalieri attualmente nominati sono:

Gianluca Pennacchio (Cavaliere Reggente)

Sandro Feggi
Davide Guidoboni
Pier Luigi Musacci 
Fabio Felicioli
Barbara Ardondi
Carlo Marranghello
Elisabetta Ballardini
Stefano Mosele
Giannantonio Braghiroli
Gabriele Anania